Insubordinazione e Licenziamento

#insight Non vuoi cambiare il turno? Ti licenzio!

L’insubordinazione grave giustifica il #licenziamento disciplinare senza #preavviso.

La vicenda

Per motivi personali, un #lavoratore ha rifiutato il cambio turno richiesto dal suo #DatoreDiLavoro (una Società), per ragioni organizzative. Il cambio consisteva nel passaggio da una squadra di lavoro a un’altra, con diverso caposquadra, senza variazione di #orario di lavoro.

La Società, addebitandogli una grave insubordinazione (CCNL Metalmeccanici), lo ha licenziato per giusta causa, a seguito di procedimento disciplinare Il #dipendente ha impugnato il licenziamento, contestando la giusta causa e la sproporzione del #licenziamento.

Hanno dato torto al dipendente sia il #Tribunale che la #CorteDiAppello di Ancona. Ora anche la #CorteDiCassazione (Ordinanza 2515/2020)

La Corte d’Appello, «ha valorizzato le modalità oggettive di manifestazione del rifiuto, espresso in modo irrispettoso, e di quelle soggettive, evidenziate attraverso il riferimento al disinteresse, da parte del dipendente, di ricercare un compromesso con il suo datore ed all’intensità dell’elemento volitivo di sottrazione al comando («esplicita ed inequivocabile volontà di non adeguarsi al comando del proprio datore»)».

#DirittoDelLavoro #imprenditore #PMI #hrManagement

https://www.linkedin.com/posts/martinopuppidirittodellavoromilano_insight-licenziamento-preavviso-activity-6632060060572889088-5Vxq